Sei in: Home > Comune > Consiglio comunale > Gruppi consiliari > Liga Veneta Lega Nord Padania > Consiglieri comunali > Silvana Tosi > Archivio atti > Interrogazione nr. d'ordine 1675
Contenuti della pagina

Liga Veneta Lega Nord Padania - Interrogazione nr. d'ordine 1675

Logo Liga Veneta Lega Nord Padania Silvana Tosi
nr. d'ordine nr. protocollo data pubbl. proponente assessore competente data protocollo data scadenza tipo risposta
1675 217 14/08/2019 Silvana Tosi
 
Giovanni Giusto
Vicesindaco
Luciana Colle
 
e p. c.
Al Presidente della VII Commissione
26/08/2019 25/09/2019 in Commissione

 
tipo comunicazionedata pubblicazionetesto
verbale seduta commissione consiliare26-02-2020Leggi

 

Venezia, 14 agosto 2019
nr. ordine 1675
n p.g. 217
 

Alla Vicesindaco Luciana Colle


e per conoscenza

Al Presidente della VII Commissione
Alla Segreteria della Commissione consiliare VII Commissione
Alla Presidente del Consiglio comunale
Al Sindaco
Al Capo di Gabinetto del Sindaco
Ai Capigruppo Consiliari
Al Vicesegretario Vicario

 

Oggetto: Bando ad evidenza pubblica per la locazione di 60 alloggi in localitÓ Gazzera - via Mattuglie. CriticitÓ. Risposta urgente in Commissione.

Tipo di risposta richiesta: in Commissione

 

Premesso che:

- la Giunta Comunale con deliberazione n. 257 del 26 ottobre 2017 ha approvato gli indirizzi per i requisiti ed i criteri di punteggio per l’emanazione di un bando ad evidenza pubblica valido per la locazione in Social Housing di 60 alloggi previsti nell’intervento di Riqualificazione Urbana per Alloggi a Canone Sostenibile in località Gazzera - via Mattuglie.

Considerato che:


- il progetto del social housing di via Mattuglie risale al 2007 e che la realizzazione dei suddetti appartamenti, pensati per la classe media e pronti da circa due anni, è avvenuta tramite l’Immobiliare Veneziana - IVE, società partecipata del Comune di Venezia al 99,52%, i cui tre obiettivi sono: trasformare, recuperare e migliorare, (di AVM, società partecipata allo 0,48%).

Visto che:

- i criteri di realizzazione di tali immobili dovrebbero essere stati di alta qualità urbanistica, infatti detti alloggi sono dotati di pannelli fotovoltaici e di una centrale di teleriscaldamento.

Rilevato che:

- dal 1° luglio 2018 era pronta la graduatoria dei 60 alloggi in S.H. Per partecipare al bando era richiesto un reddito annuo del nucleo familiare non superiore a 52mila euro ed un reddito minimo non inferiore a 20mila euro. Nei criteri di assegnazione venivano accreditati 10 punti a chi, alla data di pubblicazione del bando, lavorava e risiedeva nel territorio della Città Metropolitana di Venezia da almeno 10 anni; 10 punti per chi aveva lo sfratto in corso; unica condizione non aver superato i 40 anni di età da parte di tutti i componenti del nucleo familiare; per ogni figlio a carico venivano attribuiti 5 punti.

Atteso che:

- il canone di affitto per un appartamento di circa 70 metri quadri si aggira intorno ai 450 euro mensili e che decine di utenti aventi diritto si sarebbero ritirati a causa sia dell’entità, economicamente impossibile, di detto canone, cui vanno sommati i costi di riscaldamento, elettricità, condominio, ecc., sia dell’assenza di un garage e di un magazzino.

Tutto ciò premesso,

Si interrogano il Sindaco e gli Assessori competenti per sapere se:


1) corrisponda al vero che:

a) i pannelli fotovoltaici non siano collegati adeguatamente;
b) il condizionamento d’aria non sia funzionante, poiché non sono stati ancora posizionati i motori esterni ed interni;
c) il Comune di Venezia, in accordo con la Società IVE, abbia scelto l’immobile da assegnare all’inquilino posto sino alla 86^ posizione in graduatoria e se dall’87^ posizione in poi, invece, sia stata data all’utente la facoltà di scelta dell’alloggio.

2) si intenda sistemare i cornicioni in alluminio, attorno agli immobili, che si stanno staccando.

3) la piazzetta interna potrà essere usufruita solo dai titolari degli alloggi, quale punto di aggregazione e socializzazione, posizionando un’adeguata recinzione con cancelli, regolarmente autorizzata dagli uffici competenti.

4) si pensa di intervenire con la dovuta potatura delle alberature e manutenzione del manto erboso che si trovano tra gli immobili e gli istituti scolastici di via don Ettore Fuin (ex via Mattuglie).

5) gli alloggi non assegnati (circa 30) verranno consegnati attraverso l’indizione di un nuovo BANDO SOCIAL HOUSING con i medesimi criteri e requisiti del precedente.

 

Silvana Tosi

Giovanni Giusto

 
  1. Silvana Tosi
  2. Archivio atti
 
Pubblicata il 14-08-2019 ore 15:45
Ultima modifica 14-08-2019 ore 15:45
Stampa