Sei in: Home > Comune > Consiglio comunale > Gruppi consiliari > Partito Democratico > Consiglieri comunali > Monica Sambo > Archivio atti > Interrogazione nr. d'ordine 1479
Contenuti della pagina

Partito Democratico - Interrogazione nr. d'ordine 1479

Logo Partito Democratico Monica Sambo
nr. d'ordine nr. protocollo data pubbl. proponente assessore competente data protocollo data scadenza tipo risposta
1479 62 25/03/2019 Monica Sambo
 
Emanuele Rosteghin
Bruno Lazzaro
Nicola Pellicani
Giovanni Pelizzato
Sindaco
Luigi Brugnaro
 
e p. c.
Alla Presidente della III Commissione
 
inoltrata a
Assessore Simone Venturini
28/03/2019 27/04/2019 in Commissione

 
tipo comunicazionedata pubblicazionetesto
verbale seduta commissione consiliare19-07-2019Leggi
delega27-03-2019Leggi

 

Venezia, 25 marzo 2019
nr. ordine 1479
n p.g. 62
 

Al Sindaco Luigi Brugnaro


e per conoscenza

Alla Presidente della III Commissione
Alla Segreteria della Commissione consiliare III Commissione
Alla Presidente del Consiglio comunale
Al Capo di Gabinetto del Sindaco
Ai Capigruppo Consiliari
Al Vicesegretario Vicario

 

Oggetto: SanitÓ e declassamento Ospedale Civile di Venezia

Tipo di risposta richiesta: in Commissione

 

Considerato che
• in Veneto, per effetto dei pensionamenti previsti dalla Legge Fornero e da “Quota 100”, nel 2025 il numero di medici in servizio diminuirà di 501 unità;
• le carenze principali riguarderanno: pediatria, con una diminuzione di 227 specialisti, i medici dell’emergenza-urgenza (184 in meno), medicina interna (- 92) e radiologia (- 67);


Atteso che
• i fabbisogni stimati dalla Regione Veneto per il periodo 2018-2025 sono inferiori per tutte le specializzazioni rispetto alla stima dei fabbisogni effettuata da ANAAO: infatti, la Regione, per coprire il fabbisogno stimato di specialisti, ha fatto richiesta di 4.512 unità in 8 anni, mentre il MIUR (e la regione stessa con i contratti regionali) ne mette a bando 4.927, facendo emergere una differenza di 415 contratti. Nello specifico, la sottostima effettuata da parte della Regione incide su alcune specializzazioni: anestesia e rianimazione (saldo -96), ginecologia e ostetricia (saldo -85) e medicina d’emergenza-urgenza (saldo -78);
• in considerazione del quadro appena descritto, appare quantomeno curiosa la richiesta da parte della Regione Veneto, non giustificata da alcuna stima dei fabbisogni, di attivare 40 contratti all’anno per la figura di igienisti: 35 contratti in più di quelli richiesti per specialisti di medicina interna e 20 in più di quelli di medicina d’emergenza-urgenza (20);
• se tale fabbisogno fosse “soddisfatto” dal MIUR, nel 2025 in Veneto si registrerebbe, rispetto ai fabbisogni, un surplus di 174 specialisti in igiene, senza una contestuale spiegazione delle riorganizzazioni della sanità regionale;


Ritenuto che
• appare lungimirante il finanziamento regionale di alcuni contratti aggiuntivi di formazione specialistica per le branche più in sofferenza numerica, come, ad esempio, anestesia e rianimazione, con ben 17 borse all’anno, aggiuntive a finanziamento regionale: in questo modo, nel 2025 il deficit stimato di specialisti sarà limitato a 32 unità, rendendo la carenza meno importante che in altre regioni italiane;
• Appaiono comunque inspiegabili, se non contestualizzate in indirizzi strategici, alcune scelte di contratti aggiuntivi in specializzazioni che non solo non saranno in deficit, ma che addirittura saranno in surplus: è il caso dell’oncologia medica (5 borse aggiuntive regionali/anno, 24 specialisti stimati in surplus nel 2025) e della cardiochirurgia (3 borse aggiuntive regionali/anno, 31 specialisti stimati in surplus al 2025);


Considerato, inoltre che
• la Regione ha declassato l’Ospedale Civile di Venezia da presidio di rete a struttura di base;

 

Visto che la regione non ha tenuto conto della specificità del territorio veneziano e delle sue isole, nonché della presenza delle migliaia di lavoratrici e lavoratori e dei miglioni di turisti che visitano la nostra città

TUTTO QUANTO PREMESSO E CONSIDERATO,
SI INTERROGA IL SINDACO PER SAPERE

-  cosa intenda fare l’Amministrazione per affrontare il tema della forte carenza di medici sul territorio e dell’assistenza sanitaria della popolazione.

- come intenda adoperarsi per impedire il declassamento dell'ospedale Civile di Venezia

 

 

Monica Sambo

Emanuele Rosteghin
Bruno Lazzaro
Nicola Pellicani
Giovanni Pelizzato

 
 
Pubblicata il 25-03-2019 ore 17:59
Ultima modifica 25-03-2019 ore 17:59
Stampa