Logo della CittÓ di Venezia
Sei in: Home > Comune > Consiglio comunale archivio 2015-2020 > ?pag= > Interrogazione nr. d'ordine 1882 > Risposta
Contenuti della pagina

Risposta - Interrogazione nr. d'ordine 1882

da Assessore Michele Zuin

Venezia, 15 maggio 2020
n p.g. 212474
 

Al Consigliere comunale Renzo Scarpa


e per conoscenza

Alla Presidente della X Commissione
Alla Segreteria della Commissione consiliare X Commissione
Alla Presidente del Consiglio comunale
Ai Capigruppo
Al Capo di Gabinetto del Sindaco
Al Vicesegretario Vicario

 

Oggetto: risposta all'interrogazione nr. d'ordine 1882 (Nr. di protocollo 78) inviata il 17-04-2020 con oggetto: Emergenza sanitaria da nuovo Coronavirus (COVID 19) ľ operazioni di sanificazione e pulizia nel territorio veneziano.

 

Rispetto all’interrogazione in oggetto, si rappresenta quanto segue.

Il servizio di sanificazione delle strade è un’attività svolta da Veritas che è stata avviata – su richiesta dell’Amministrazione – in emergenza e con carattere straordinario, utilizzando le attrezzature disponibili, alternando interventi con mezzi specifici (lava-strade, spazzatrici, imbarcazioni specificamente attrezzate) con interventi mirati di tipo manuale utilizzando piccole attrezzature (come ad esempio gli atomizzatori spalleggiati o con carrellino).

Al momento si ritiene che l’impatto in termini di maggiori costi rispetto al PEF del 2020 sia assolutamente marginale.

L'obiettivo è quella di sottoporre ad un intervento di lavaggio/sanificazione, la viabilità principale delle aree centrali – anche periferiche – del territorio, in sostanza quelle più interessate dal transito di persone che svolgono le attività consentite dalle norme emergenziali tuttora in vigore (transito per recarsi al lavoro o per gli acquisti di prima necessità, in prossimità delle fermate dei mezzi pubblici, vicinanza case di risposo, accesso ospedali, ecc.).

Nelle operazioni di lavaggio viene utilizzata una soluzione di acqua e ipoclorito di sodio titolata allo 0,055% nel Centro storico e 0,075% (in terraferma) (i limiti indicati dall’ISS e da ISPRA prevedono una diluzione del principio attivo virucida dello 0,1%). Le diverse percentuali di diluizione in centro storico e terraferma sono dovute alla diversa modalità di somministrazione che per il centro storico avviene prevalentemente per nebulizzazione. Nel centro storico inoltre il prodotto a base di ipoclorito di sodio utilizzato è presidio medico chirurgico con registrazione presso il Ministero della Sanità a massima garanzia e precauzione di eventuali potenziali accumuli nelle acque lagunari.

Per il Centro Storico di Venezia:

Le attività sono svolte sia con piccola attrezzatura movimentata a spalla dagli operatori ovvero utilizzando appositi carrellini con i quali si nebulizza una soluzione sanificante la quale permette di raggiungere molte parti del territorio in modo puntuale e specifico. Oltre a questi interventi, si fa uso di attrezzature di dimensioni superiori installate su natanti dove è possibile svolgere le attività di pulizia e sanificazione su superfici di maggiori dimensioni e con maggiore velocità di esecuzione.

Dette attività vengono svolte con regolarità in tutto il centro storico e isole dal lunedì alla domenica, con mediamente 10 unità suddivise per sestiere e 4 imbarcazioni 2 al mattino e 2 al pomeriggio composte da equipaggi di 3 addetti e qualora ci sia la disponibilità i numeri del personale possono anche essere superiori. Al Lido e Pellestrina si alternano 4 addetti.

- n° 10 unità in orario a.m. dalle 06.00 alle 08.30 dal lunedì alla domenica, gli stessi muniti dei dovuti dpi e di atomizzatore spalleggiato effettuano la disinfezione su parapetti, aree adiacenti a scuole e asili, uffici pubblici, pontili dove possibile, ponti parte superiore in marmo e o corrimano, cestini, panchine giochi sui parchi.

- Viene effettuato inoltre un servizio con 4 imbarcazioni (2 mattino e 2 pomeriggio) con equipaggi di 3 operatori di cui:
- motobarca per solo lavaggio tradizionale acqua e detergente profumato per siti “sporchi”;
- motobarca equipaggiata con serbatoio da 1000 lt. di formulato per la disinfezione e pompa nebulizzazione per attività di trattamento, la quale effettua servizio davanti a scuole, pontili ACTV, cestini/contenitori rifiuti, superfici piane varie.

Per il territorio dell’estuario le attività sono iniziate il 24 febbraio e possono essere così sintetizzate.
Sono svolte attività di sanificazione/disinfezione alternando 4 addetti sul territorio i seguenti mezzi:
- Attrezzatura per lavaggio con idropulitrice e spazzamento meccanico con utilizzo della soluzione acqua e ipoclorito di sodio.
- n° 2 atomizzatori spalleggiati;

I servizi vengono effettuati sulle vie principali o laddove vi è afflusso di persone (ad esempio in prossimità degli imbarcaderi), supermercati, alimentari, tabaccherie, farmacie, strutture sanitarie e oltremodo vengono sanificati panchine, parapetti, e altri possibili punti di contatto/appoggio, strade e marciapiedi."

Per la Terraferma le attività di lavaggio e sanificazione sono svolte in modo simile al centro storico, a cui si aggiunge la possibilità di utilizzare – vista la presenza della viabilità carrabile – dei mezzi lavastrade molto efficaci per questa attività.
Mediamente dal lunedì al sabato ci sono 1-2 lavastrade suddivisi per Municipalità dove l’intervento è focalizzato sulla sede stradale. L’azione procede con 4 veicoli attrezzati, 2 al mattino e 2 al pomeriggio per attività di lavaggio e sanificazione composta da 2 addetti ciascuna.
Queste squadre si concentrano su isole ecologiche e camminamenti pedonali. Inoltre al pomeriggio ci sono 3 addetti per la sanificazione di aree/camminamenti pedonali e/o di maggior frequentazione come mercati/fermate bus/scuole/edifici/servizi pubblici. Alla domenica le attività sono effettuate da 2 squadre per lavaggio e sanificazione e 4 addetti per sanificazione.

Si allegano:
elenco degli interventi di lavaggio e sanificazione strade (ALLEGATO 1 e ALLEGATO 2) e relativa mappa (ALLEGATO 3)

 

Cordiali saluti.


Allegati
 
allegato 1 (pdf - 139 kb)
allegato 2 (pdf - 55 kb)
allegato 3 (pdf - 1,7 Mb)

 

Michele Zuin

 
 
A cura della segreteria dell'Assessorato
Pubblicazione: 15-05-2020 ore 14:27
Stampa